Ballottaggio….perchè il 24 giugno voteremo Siria Trezzi

Un programma puntuale, che indica con chiarezza e trasparenza gli obiettivi nel breve, medio e lungo periodo.

ll benessere collettivo e l’inclusione sociale come spina dorsale, in un contesto di democrazia e serietà dove troviamo punti importanti volti alla riduzione delle diseguaglianze, un  piano di intervento per garantire il diritto all’abitare e al lavoro, mantenimento e potenziamento dei servizi sociali per non lasciare indietro nessuno, un interesse particolare a scuola e cultura per formare le nuove cittadine e i nuovi cittadini e un progetto di rigenerazione urbana per rendere la nostra Città piu’ bella e viva.

Continua la lettura di “Ballottaggio….perchè il 24 giugno voteremo Siria Trezzi”

Lavoro, a rischio quasi duecentomila posti di lavoro

La Cgil ricorda a Conte il dossier fermo al Mise. I salari italiani sono i più bassi d’Europa e non crescono da quasi 30 anni. Per affrontare seriamente questo tema, però, “bisogna capire che per agire sui salari bisogna muoversi anche sulla qualità e sul modello di lavoro”.

Il governo Conte, dopo la nomina dei viceministri e dei sottosegretari, è ora pienamente operativo e dovrà vedersela con i 162 tavoli di crisi aperti al Ministero dello sviluppo economico, che mettono a rischio ben 180.000 posti di lavoro.

Continua la lettura di “Lavoro, a rischio quasi duecentomila posti di lavoro”

Migliaia in piazza per #PortiAperti, E che se ne traggano conseguenze politiche

Stefano Galieni*

Le manifestazioni che si sono tenute in questi pochi giorni da Milano a Palermo, attraversando grandi città e piccoli paesi, per protestare contro l’infame atto del governo con cui si è negato l’attracco ad un porto Le italiano alla nave Aquarius, dell’Ong Sos Mediterranèe rappresentano una grande ricchezza. Convocate con chi c’era e senza discrimine, con un “#ApriteIPorti” come denominatore comune variamente declinato, hanno portato in piazza uomini e donne decisi a non accettare l’imbarbarimento messo in campo dal governo giallo – verde (prosecuzione iperbolica dell’azione del precedente) e hanno preso parola.

Continua la lettura di “Migliaia in piazza per #PortiAperti, E che se ne traggano conseguenze politiche”

Come Israele testa la sua tecnologia avanzata sui manifestanti palestinesi

di Daniel Hilton

I candelotti lacrimogeni lanciati dai droni israeliani hanno provocato il panico, causato molti feriti e seminato morte durante le manifestazioni di questa settimana a Gaza e in Cisgiordania.

Il divario tra i manifestanti palestinesi e le forze israeliane è stato spesso paragonato alla lotta di Davide contro Golia. Ormai Golia non ha nemmeno più bisogno di scendere sul campo di battaglia.

Continua la lettura di “Come Israele testa la sua tecnologia avanzata sui manifestanti palestinesi”