Comitato Politico Federale, 17 maggio 2018

Mozione conclusiva

Il risultato delle recenti elezioni politiche, hanno aperto la strada ad un governo M5SLega con una forte impronta di destra nazionale e d’ordine. Al di là di singole risposte ed elementi programmatici, il ciclo di politiche liberiste non viene toccato e anzi si prepara una ridistribuzione del reddito ancora più accentuata a favore dei settori della rendita.

Continua la lettura di “Comitato Politico Federale, 17 maggio 2018”

Tim, una situazione senza sbocco che i lavoratori stanno pagando pesantemente

L’avvio da parte di Tim della procedura di Cigs, cassa integrazione straordinaria, per riorganizzazione per 29.736 lavoratori è l’ulteriore atto di forzatura unilaterale messo in atto dall’azienda. Lo sostengono le segreterie nazionali di Slc Cgil, Fistel Cisl e Uilcom Uil.

Si tratta di una scelta sbagliata che, oltre a non aiutare a risolvere gli indubbi problemi che vi sono, alimenta un clima di lacerazione con i lavoratori, l’esatto opposto di quello che sarebbe utile per superare le difficoltà indotte da uno scenario difficile e complesso quale è quello in cui si trova a doversi misurare Tim.

Continua la lettura di “Tim, una situazione senza sbocco che i lavoratori stanno pagando pesantemente”

Roma, Casa delle Donne

PRC:”Sfratto deciso dalla giunta grillina è schiaffo ad anni di esperienza di partecipazione e cultura, dalla parte delle donne. Raggi ci ripensi: stop a miope repressione da parte del M5S capitolino”.

Comunicato stampa

Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea, dichiara:

“La mozione approvata ieri dal Consiglio comunale di Roma, che prevede in sostanza lo sfratto per la Casa internazionale delle Donne, è uno schiaffo a una delle esperienze migliori e più avanzate di spazio sociale e culturale nella capitale.

Continua la lettura di “Roma, Casa delle Donne”

Logistica, parte la lotta alla Fedex contro i massicci licenziamenti dopo l’acquisizione di Tnt

FedEx, il colosso americano delle spedizioni, ha recentemente annunciato un costosissimo programma di acquisto di aerei alimentati con carburanti a basso impatto ambientale. Intanto, in Italia, va avanti un piano di riorganizzazione che prevede il licenziamento per 361 lavoratori, il trasferimento per un altro centinaio di dipendenti e la chiusura di 24 filiali su 34. Tra i centri a rischio ci sono Torgiano in Umbria, Ornago in Lombardia (dove anche Malpensa e Brescia traballano), Settimo Torinese in Piemonte e la Tnt di Empoli in Toscana.

Continua la lettura di “Logistica, parte la lotta alla Fedex contro i massicci licenziamenti dopo l’acquisizione di Tnt”

Lavoro – Acerbo (Prc): “Continua la strage sui luoghi di lavoro. Serve sciopero generale”

«Dopo il gravissimo incidente di Padova alle Acciaierie Venete con 4 lavoratori ustionati, di cui due gravissimi – dichiara Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea -, nella giornata di ieri nel cantiere navale di La Spezia un operaio è morto schiacciato da una lastra di acciaio e un altro si trova in gravi condizioni.

Sempre ieri un altro lavoratore di Abano (PD), operatore ecologico, è morto schiacciato da un autobus che sopravveniva durante lo svolgimento delle sue mansioni.

Continua la lettura di “Lavoro – Acerbo (Prc): “Continua la strage sui luoghi di lavoro. Serve sciopero generale””

I principi della democrazia repubblicana

Fino al 13 maggio 2018, in occasione del 70° anniversario dell’entrata in vigore della Costituzione, è possibile visitare presso il Centro culturale Il Pertini una mostra sui Principi Fondamentali della democrazia repubblicana.

Il 27 dicembre 1947, dopo 18 mesi di lavoro dell’Assemblea costituente, composta da 535 Padri e 21 Madri Costituenti appartenenti ai diversi schieramenti politici, venne firmata dal capo provvisorio dello Stato, Enrico De Nicola, la Costituzione italiana, che sarebbe entrata in vigore pochi giorni dopo, il 1° gennaio 1948.

“L’Assemblea ha pensato e redatto la Costituzione come un patto di amicizia e fraternità di tutto il popolo italiano, cui essa la affida perché se ne faccia custode severo e disciplinato realizzatore”.

Continua la lettura di “I principi della democrazia repubblicana”