Ci metto la firma!

Una vera alternativa per la Regione e per il Paese. Ci metto la firma!
Nei prossimi giorni anche a Cinisello Balsamo potrai firmare per permettere alla Lista nazionale “Potere al Popolo” e a quella regionale  “Sinistra per la Lombardia” – che vede tra le sue fila il compagno Massimo Gatti (candidato presidente) e le compagne cinisellesi Nadia Rosa e Rosaria Distefano – di presentarsi alle elezioni del 4 marzo.

Continua la lettura di “Ci metto la firma!”

Chi mangia nel mondo le fette più grandi

Cento economisti, tra cui Thomas Piketty, hanno elaborato un rapporto sulle disuguaglianze: quanto sono forti, in quali paesi e gruppi di paesi. Medio Oriente, India e Brasile in vetta. L’Europa è ancora l’area meno diseguale, ma anche qui il trend è in aumento.

Guglielmo Ragozzino

Dal 1980, anno di nascita dei millennials, in avanti, fino ai nostri giorni è aumentato del 2% il reddito complessivo del 50 per cento meno ricco dell’umanità, passando dall’8 al 10% del reddito complessivo.

Continua la lettura di “Chi mangia nel mondo le fette più grandi”

Lo scrittore Valerio Evangelisti: Io voto (Potere al Popolo)

Lo scrittore Valerio Evangelisti: Io voto (Potere al Popolo)Pubblichiamo dalla rivista Carmilla la dichiarazione di voto per la lista Potere al popolo dello scrittore Valerio Evangelisti

Forse non sarei nemmeno andato a votare, se non fosse accaduto un fatto che, ai miei occhi, ha del prodigioso. Espulsi dal Teatro Brancaccio, in cui si sarebbe dovuta rifondare per l’ennesima volta la “sinistra” (con i D’Alema, i Bersani, i Civati, gli Speranza, gli Epifani e altri walking dead), i giovani e meno giovani del centro sociale Je so’ pazzo, ex OPG, tra i più attivi sul territorio napoletano, decidono di continuare da soli.

Continua la lettura di “Lo scrittore Valerio Evangelisti: Io voto (Potere al Popolo)”

Ri-mediamo

Il nuovo “duopolio” tra Amazon e Poste

di Vincenzo Vita

Pensate alla massima di Adriano Olivetti, in base alla quale tra il vertice di un’azienda e l’ultimo assunto il rapporto stipendiale doveva rimanere nella forbice dieci a uno. Ora, quale proporzione corre tra il patron di Amazon Jeff Bezos e un addetto ai pacchi a domicilio che corre a tutte le ore per l’imponente impresa dell’infosfera? Forse neanche è calcolabile.

Continua la lettura di “Ri-mediamo”