Comunicato ANPI Cinisello

Abbiamo appreso al termine della manifestazione del 25 aprile nella nostra città che alcuni dei partecipanti sono stati identificati dalla polizia per uno striscione che, come abbiamo letto nel comunicato del PRC, a detta delle Forze dell’Ordine non sarebbe stato autorizzato o per aver utilizzato il megafono durante alcune fasi della commemorazione.

Riteniamo che, come è stato anche detto sul palco, la manifestazione che celebra l’anniversario della Liberazione dovrebbe rinnovare ogni anno dal 1946 ad oggi quella fantastica esperienza di unità tra le forze antifasciste grazie alla quale fu possibile battere fascisti e nazisti. Quindi unità e non divisione, il corteo del 25 aprile accoglie tutti quelli che condividono i valori della Resistenza e della Costituzione nel rispetto dei caduti, della nonviolenza e dell’accoglienza anche degli stranieri ai quali quest’anno la nostra associazione ha indirizzato un volantino multilingue.

Ci auguriamo che questo spiacevole episodio non abbia più a ripetersi e che si possa continuare a sfilare tutti insieme per celebrare la Resistenza.

Comunicato dell’ANPI Cinisello Balsamo in merito ai fatti accaduti nel corso della manifestazione del 25 aprile, pubblicato su Facebook e sul nostro sito. 

Cordiali saluti.

Patrizia Rulli

Vicepresidente

Ringraziamo le compagne i compagni dell’ Anpi di Cinisello per il comunicato in merito a quanto accaduto il 25 aprile in Piazza Gramsci.

Unendoci alla speranza che tali inaccettabili fatti, che nulla hanno a che fare con lo spirito del 25 Aprile, non abbiano a ripetersi, auguriamo all’ANPI buon lavoro (che di questi tempi ce n’è molto da fare).

Spiace invece riscontrare che per i Partiti, presenti quel giorno in piazza, pare non sia accaduto nulla di strano. Segno dei tempi che stanno cambiando?

Un fraterno saluto,

Nadia Rosa

Segretaria PRC Cinisello Balsamo

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *