Legge elettorale, Acerbo: «Qualunquismo contro “partitini” sta coprendo legge antidemocratica»

COMUNICATO STAMPA

LEGGE ELETTORALE – ACERBO (PRC): «QUALUNQUISMO CONTRO “PARTITINI” STA COPRENDO LEGGE ANTIDEMOCRATICA»

«E’ incredibile che il Pd voglia imporre il finto tedesco taroccato rifiutando il voto disgiunto – dichiara Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea – .

E’ ancor più grave, illiberale e antidemocratico, il patto che unisce i 4 partiti in un oligopolio che si spartirà milioni di voti di chi non supera lo sbarramento del 5%.

La campagna qualunquistica contro i “partitini” in corso da anni sta giustificando una forzatura illiberale e antidemocratica. Lo sbarramento al 5% in Germania è infatti mitigato dalla garanzia democratica che il candidato che arriva primo nel suo collegio viene eletto anche se appartiene a un partito al di sotto della soglia a livello nazionale. E se una lista arriva prima in 3 collegi entra in parlamento anche se non ha superato lo sbarramento del 5.
PD e M5S sono stati finora complici in questa operazione vergognosa che dovrebbe indignare ogni sincero democratico».

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *