SU ATM DECIDE MILANO!

Il contratto di servizio in essere tra Comune di Milano e Atm – controllata al 100% dal Comune – scadrà il 1° maggio 2017.

A quel punto Beppe Sala e la sua giunta avranno 2possibilità : affidare il servizio in house,  o, in alternativa, tramite gara pubblica.

Un opzione quest’ultima che potrebbe rivelarsi pericolosa per un servizio prezioso e indispensabile come quello del trasporto pubblico, che garantisce il diritto alla mobilità soprattutto a quelle fasce della popolazione che non hanno la possibilità di usare mezzi privati per spostarsi sul territorio della città.

E i problemi potrebbero riguardare non “solo” le cittadine e i cittadini milanesi – l’esperienza ci insegna che i soggetti privati hanno piu’a cuore  il profitto rispetto alla qualità del servizio offerto e al benessere della società – ma anche le lavoratrici ed i lavoratori di ATM che, non ha caso, si sono già mobilitati contro la messa a gara del servizio.

Se poi consideriamo la decisione del Comune di non procedere con la prelazione da parte di Atm delle quote di Astaldi in M5, azioni optate da Ferrovie dello Stato, non possiamo non sospettare di una possibile ingresso di  Fs nella grande partita del trasporto pubblico locale.

Il 22 giugno c/o il CAM Garibaldi il neonato Comitato ATM Pubblica avvierà un percorso di confronto tra tutte le realtà che si battono sul territorio per il mantenimento di politiche sociali eque e una gestione dei beni pubblici ispirata a logiche democratiche e partecipate.

ASSEMBLEA PUBBLICA

Su ATM decide Milano!

Giovedì 22 giugno ore 20,30

presso il CAM Garibaldi di Corso Garibaldi 27, Milano

Noi ci saremo ed invitiamo tutte le cittadine ed i cittadini della città metropolitana a partecipare.

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *