Elezioni Germania: il programma di Die Linke

Sociale. Giusta. Pace. Per ognun@

1. Per un fisco equo

  • Meno tasse per redditi inferiori a 7.100 € lordi al mese (136 € in più al mese per 1.700 € lordi, 211 € in più per i redditi a partire da 3.400 €)
  • Innalzamento del minimo esente da detrazione fiscale a 12.600 €
  • Tassare di più i redditi alti: 53% di imposizione fiscale a partire da 86.000 € lordi all‘anno (per persone single) – „tassa sui ricchi“ 60% a partire da 260.000 €, 75% a partire da un milione di €.
  • No a tasse più basse per i redditi da capitale rispetto a quelli da lavoro: abolire l‘imposta forfettaria del 25% per i redditi da capitale
  • Patrimoniale: 5% sui patrimoni superiori a un milione

2. Per un lavoro e garanzie sociali dignitosi

  • Salario minimo a 12 € all‘ora
  • Lavoro sicuro invece di contratti precari – o a tempo determinato, interinale, freelance.
  • Rafforzare l‘obbligo di contratti collettivi.
  • Estendere la durata dell‘erogazione di sussidi di disoccupazione.
  • Più tempo libero per sé e la famiglia: riduzione dell‘orario di lavoro a 30 ore.
  • Reddito sociale minimo a 1050 € senza sanzioni.

3. Buone pensioni

  • Riportare il livello di pensioni al 53% (130 € al mese in più per un/a pensionato/a medio)
  • Pensione minima a 1050 €
  • Maggiori sgravi per i bassi salari.
  • Equiparare le pensioni tra est e ovest.
  • Riportare l‘età pensionabile a 65 anni.

4. Buoni alloggi

  • Abbassare gli affitti in aree tutelate a 8,50 €/mq, congelare il livello attuale
  • Costruire 250.000 alloggi popolari comunali non-profit all‘anno
  • Niente restrizioni agli obblighi sociali per la costruzione di alloggi sovvenzionati
  • Frenare lo sfruttamento dei beni immobili: la casa non deve essere oggetto di speculazione!

5. Investire in sanità, assistenza, istruzione e infrastrutture

  • Per un‘assistenza sanitaria solidale, finanziata da chiunque abbia un reddito: abbassare il contributo al 12% – importi inferiori per redditi inferiori a 6.250 € lordi. Reintrodurre parità di contributi tra dipendenti e datori di lavoro.
  • Abolizione di costi aggiuntivi per farmaci, spese dentistiche e occhiali.
  • Più personale e migliori retribuzioni per il lavoro di assistenza.
  • 160.000 nuovi posti di lavoro negli ospedali.

6. Una buona partenza nella vita per ognun@ – lottare contro la povertà infantile

  • Sussidio di base individuale di 564 € per ogni bambin@ e ogni adolescente.
  • Aumentare da subito l‘assegno familiare a 328 € per bambin@.
  • Istruzione gratuita dall‘asilo all‘università.
  • Trasporto pubblico gratuito per ogni bambin@.
  • Pasti caldi salutari e gratuiti in tutti gli asili e tutte le scuole.

7. Giustizia globale, pace e salvaguardia del clima

  • Stop alle esportazioni di armi, ridurre la spesa militare di 10 miliardi e non aumentarla di 25 milliardi! No alla guerra!
  • Commercio equo invece del libero scambio: Stop TTIP, CETA e TISA!
  • Sì all‘Europa: contro il nazionalismo e il populismo di destra. L‘Unione europea deve essere sociale, o fallirà.
  • 0,7% del PIL alla cooperazione.
  • Difendere il diritto elementare all‘asilo – senza limitazioni!
  • Transizione energetica: energie rinnovabili, sociali, decentrate. Proibire il fracking.
  • Estendere il trasporto pubblico, biglietti sovvenzionati per le persone meno abbienti

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *