Proteste in tutto il mondo contro la decisione di Trump su Gerusalemme

La controversa decisione di Donald Trump di riconoscere Al-Quds (Gerusalemme) come capitale del regime israeliano ha scatenato indignazione in tutto il pianeta

Le strade della West Bank, di Gaza e Al-Quds sono state inondate da decine di migliaia di palestinesi indignati, due giorni dopo il controverso riconoscimento di Gerusalemme come capitale del regime israeliano da parte degli Stati Uniti.

Quella decisione ha acceso la fiamma delle proteste palestinesi. Manifestazioni che sono state brutalmente represse dalle forze israeliane. In uno scontro proiettili israeliani contro pietre, almeno tre palestinesi sono stati uccisi e centinaia altri feriti.

Le bandiere palestinesi presenti in diverse parti del pianeta e in Medio Oriente. In Iran, quasi tutte le città del paese sono state organizzate marce anti-statunitensi e anti-Israele.

Ci sono state anche manifestazioni pro-Palestina in altri paesi della regione come Yemen, Siria, Pakistan, Iraq, Giordania, Libano, Egitto, Turchia e Afghanistan, così come in Europa e America

Grecia

Gran Bretagna

Yemen

Egitto

Turchia

Libano

Iran

Siria

Afghanistan

Malesia

 Fonte

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *