Appello alla cittadinanza e a tutte le realtà democratiche e antifasciste

Cinisello Balsamo ha pagato un prezzo altissimo alla dittatura fascista in termini di vite umane, di deportati morti nei campi di sterminio e di danni materiali.

La memoria di quei terribili anni rischia di smarrirsi se non viene continuamente coltivata e tradotta in consapevolezza capace di leggere il presente e immaginare il futuro. Questo vale soprattutto oggi, tempo in cui la memoria collettiva è stata demolita a colpi di banalizzazioni e frettolose “riconciliazioni” e i fascismi vengono rilegittimati, trovano nuovi spazi e, soprattutto, non vengono più contrastati.

In Italia, come in altri Paesi europei, operano da anni, con diverse denominazioni, organizzazioni di ispirazione neofascista e neonazista che specie in questo ultimo periodo hanno moltiplicato la loro presenza non solo attraverso attività di propaganda, ma anche ricorrendo a intimidazioni, minacce, violenze, atti vandalici e di razzismo.

Per ricordare l’impegno di tutti coloro che hanno combattuto per la libertà e la democrazia, nel rispetto della XII Disposizione Finale della Costituzione Italiana che afferma “È vietata la riorganizzazione, sotto qualsiasi forma, del disciolto partito fascista” e delle leggi Scelba e Mancino che puniscono ogni forma di fascismo e razzismo

l’ANPI chiede

alla Sindaca:

  • di ribadire l’impegno antifascista e antirazzista della città di Cinisello Balsamo e delle sue Istituzioni;

alle Istituzioni locali:

  • di pretendere il rispetto della legalità democratica di fronte a organizzazioni che violano la Costituzione, professando e/o praticando comportamenti fascisti, razzisti e omofobi;
  • di promuovere l’adozione di strumenti che non consentano la concessione di spazi comuni e suolo pubblico ad organizzazioni di ispirazione nazifascista;

alle Istituzioni regionali e nazionali:

  • di attivarsi contro le organizzazioni nazifasciste, che a volte agiscono sotto mentite spoglie, sciogliendole in quanto contrarie al dettato costituzionale.

Siamo certi che le cittadine e i cittadini di Cinisello Balsamo sapranno dare la migliore dimostrazione di consapevolezza e di intelligenza mantenendo la nostra città immune da queste manifestazioni.

Per riaffermare l’impegno a sostegno della democrazia, dell’accoglienza, della dignità di tutte le persone, l’ANPI cinisellese invita le Istituzioni, le realtà associative e i singoli cittadini a partecipare al presidio antifascista che si terrà:

Sabato 13 gennaio 2018 – dalle ore 10
Centro Culturale il Pertini
Via XXV Aprile angolo via Frova
Lato Parcheggio

DIFENDIAMO LA NOSTRA CITTÀ, NO AL FASCISMO!
ORA E SEMPRE RESISTENZA

per aderire all’appello inviare una mail a: anpicinisello@libero.it

 

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *