Migranti – PRC: L’UE ha deciso: “licenza di uccidere”

Fallimento totale del governo italiano.

COMUNICATO STAMPA

I primi ministri dei paesi UE hanno trovato un accordo sul contrasto all’immigrazione che di fatto accetta i diktat del gruppo Visegrad che impedirà ogni modifica al Regolamento Dublino.

Hanno vinto i camerati di Salvini, quelli di Visegrad, appunto, cioè quelli che non vogliono ospitare nessun rifugiato e quindi se ne fregano delle richieste Italiane.

L’accordo permette poi a Germania ed Austria di rimpatriare in Italia persone entrate irregolarmente, chiede all’Italia di aprire nuovi mega hotspot per rinchiudere persone, garantisce soldi e motovedette alla cosiddetta Guardia costiera libica e qualche briciola per il fondo Ue-Africa.

Per il resto contiene solo intenti irrealizzabili come centri di smistamento (piattaforme Onu) in non precisati paesi africani, piani di sviluppo, altrettanto aleatori, per il continente africano e misure di effettivo contrasto ai salvataggi in mare, fino a collaborazioni maggiori con la NATO.

Contemporaneamente oltre 100 persone trovavano la morte al largo delle coste libiche su un gommone che affondava senza che i libici intervenissero. Sanno di poterlo fare per ottenere maggiori mezzi e prebende. Omicidi su commissione che garantiscono ulteriori finanziamenti. Questi sono i risultati dell’esordio in Europa di Conte – che mette la firma su un nuovo fallimento totale del governo italiano – ereditata dai governi passati.

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *