La cinica campagna elettorale permanente del ministro degli Interni

La cinica campagna elettorale permanente del ministro degli Interni

«Salvini – dichiara Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea – continua a creare dei casi mediatici per dare agli italiani la sensazione di star risolvendo qualcosa col pugno duro.

E’ un modo cinico di fare campagna elettorale permanente da parte del ministro degli Interni.

Ora si inventa che l’Europa sarebbe sotto ricatto delle ong. In realtà l’Europa è sotto ricatto della demagogia di quelli come lui. Infatti a bloccare la revisione del trattato di Dublino sono i governi nazionalisti amici di Salvini che impediscono la redistribuzione su tutto il continente dei rifugiati.

Gli alleati di Salvini sono non soltanto anti-immigrati ma anche anti-italiani, come si è visto in occasione della manovra che li ha visti schierati dalla parte della Commissione Europea.

Salvini raccoglie i voti con propaganda analoga alla loro. Con la differenza però che loro non hanno migliaia di chilometri di coste».

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *