Gregor Gysi, Sinistra Europea: “Insuccesso per la sinistra in Europa. Grazie a tutti gli attivisti e ai candidati”

Gregor Gysi, Sinistra Europea: “Insuccesso per la sinistra in Europa. Grazie a tutti gli attivisti e ai candidati”

Il presidente del Partito della sinistra europea Gregor Gysi dichiara:

Le elezioni europee non sono state un successo per la sinistra in Europa.

Le politiche di austerità dell’Unione Europea e il dogma del neoliberismo hanno dato un contributo significativo al rafforzamento dei partiti nazionalisti e razzisti. La nostra linea durante la campagna elettorale è stata chiarissima: vogliamo un’Europa sociale, pacifica, ecologica. Per questo, dobbiamo cambiare l’UE dal basso. Questa unità è un progresso che si ripaga a lungo termine. Tuttavia, non siamo riusciti ad attirare abbastanza persone con la nostra proposta politica.

Emerge che la sinistra non riesce a penetrare con successo la sua attuale lotta politico-culturale con le proprie posizioni politiche.

Indipendentemente da ciò, vorrei ringraziare tutti gli attivisti dei singoli paesi che hanno fatto una campagna per una sinistra forte.

In particolare, vorrei ringraziare i nostri due candidati, Violeta Tomic e Nico Cue, per la loro lotta determinata. Ora, nell’immediato futuro, abbiamo bisogno di fare una nostra analisi dei risultati elettorali in Europa e di un dibattito politico nelle commissioni dei partiti membri e nel nostro partito. Dovremmo anche pensare a una nuova strategia per fare rete.

The President of the Party of the European Left declares:

The European elections were not a success for the left in Europe.

Independent of this, the austerity policies of the European Union and the dogma of neoliberalism have made a significant contribution to the strengthening of nationalist and racist parties. We went into the election campaign with a clear course: we want a social, peaceful, an ecological Europe. For that, we have to change the EU from the bottom. This unity is a progress that will pay off in the long run.

Nevertheless, we have not succeeded in attracting enough people with our political offerings. It turns out that the left can not successfully penetrate its current political-cultural struggle with its political positions.

Regardless, I would like to thank all campaigners in the individual countries who have campaigned for a strong left.

In particular, I would like to thank our two lead candidates Violeta Tomic and Nico Cue for their determined fight. For the period ahead, we need our own analysis of the election results in Europe and a political debate in the committees of the member parties and in our party. We should also think about a new networking strategy.

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *