Censura, censura e ancora censura

Via striscione “Nessun migrante ci ha rubato 49 mln”

Succede a Mantova ad una ragazza di Libera che aveva provato ad entrare nella piazza dove Salvini teneva un comizio.

Tutti molto solerti per evitare contestazioni a Salvini, dai vigili del fuoco che rimuovono gli striscioni, alla polizia che bussa alla porta delle persone intimando di ritirare i cartelli contro Capitan Nutella.

L’ultimo episodio è stato denunciato dagli attivisti di Libera (l’associazione antimafia) nel mantovano: gli agenti della Questura hanno infatti impedito ad una ragazza attivista di Libera di entrare nella Piazza dove Salvini stava tenendo un comizio con un manifesto con scritto “Nessun migrante ci ha rubato 49 milioni”.

Nessun insulto, nessuna offesa. Eppure, il diktat di Salvini continua ad avere effetto e ormai viviamo in un paese dove persino la contestazione civile non trova più posto.

Cosa ci sarebbe di offensivo?! Nulla. Allora ci pensiamo noi a pubblicarlo ovunque??

Sequestrate anche il nostro sito

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *