Categoria: Nord America

Dal neoliberismo progressista a Trump, e oltre

Dal neoliberismo progressista a Trump, e oltre

di Nancy Fraser*

Chiunque parli di “crisi”, oggi, rischia di essere liquidato come un parolaio, data la banalizzazione che il termine ha subito attraverso il suo uso continuo e superficiale. Ma c’è un senso preciso in cui noi oggi stiamo effettivamente affrontando una crisi. Se la caratterizziamo con precisione e identifichiamo le sue dinamiche distintive, possiamo determinare meglio cos’è necessario per risolverla. Su queste basi, inoltre, potremmo intravedere un sentiero che ci guidi oltre l’attuale impasse, attraverso il riallineamento politico e verso la trasformazione della società.

Continua la lettura di “Dal neoliberismo progressista a Trump, e oltre”

A 59 anni, la Rivoluzione Cubana mantiene la sua vitalità

La Rivoluzione Cubana celebra il suo 59° anniversario. Un processo storico che ha cambiato il destino del popolo cubano e dell’America Latina.

da teleSUR

Con l’entrata vittoriosa dei rivoluzionari il 1° gennaio 1959 a Santiago de Cuba, la storia del popolo cambiò radicalmente, lasciandosi alle spalle la dipendenza dagli Stati Uniti, il degrado sociale e le politiche a favore delle classi privilegiate.

Continua la lettura di “A 59 anni, la Rivoluzione Cubana mantiene la sua vitalità”

“No” al “bloqueo” – Manifestazione Nazionale

MANIFESTAZIONE NAZIONALE
Milano 2 dicembre 2017 ore 1430
Ritrovo via Palestro angolo Corso Venezia
dalle ore 14
Contro il blocco e per
la restituzione di Guantanamo

Il 3 febbraio 1962, l’allora presidente degli Stati Uniti, John F. Kennedy, firmò l’Ordine esecutivo presidenziale 3447 con il quale presentò formalmente il blocco economico, commerciale e finanziario imposto per 55 anni sull’isola di Cuba.

Elencato come il più lungo nella storia dell’umanità, il blocco colpisce ogni forma di sviluppo del paese caraibico. Costituisce una flagrante, massiccia e sistematica violazione dei diritti umani

Continua la lettura di ““No” al “bloqueo” – Manifestazione Nazionale”

Angela Davis: Il giorno in cui mi dichiarai comunista

angela_davis_blogspotIl viaggio a Cuba rappresentò una grande svolta nella mia vita. Dal punto di vista politico mi sentivo infinitamente più matura, come se l’illimitato entusiasmo rivoluzionario dei cubani avesse lasciato un marchio indelebile nella mia esistenza. Avevo in programma di passare qualche giorno a New York e poi di tornare direttamente a casa a Cardiff-by-the-Sea, per riflettere con calma sulle mie esperienze cubane prima di iniziare l’anno d’insegnamento all’Ucla, l’Università della California di Los Angeles.

Continua la lettura di “Angela Davis: Il giorno in cui mi dichiarai comunista”

ONU: con un «discorso demagogico e pieno di luoghi comuni» Trump si scaglia contro la «dittatura socialista» in Venezuela

L’ultimo delirio del presidente degli Stati Uniti d’America

Durante il suo primo discorso alle Nazioni Unite (ONU), che ieri abbiamo definito come l’epitaffio dell’impero, il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, si è scagliato contro i governi di Iran, Siria, Corea del Nord e Venezuela definendoli come pericolosi per la pace mondiale.

Continua la lettura di “ONU: con un «discorso demagogico e pieno di luoghi comuni» Trump si scaglia contro la «dittatura socialista» in Venezuela”

John Pilger: “La minaccia proviene dagli Stati Uniti che da due generazioni bullizza la Corea del Nord. Non il contrario”

Gli Stati Uniti continuano a provocare la Corea del Nord con esercitazioni militari ai confini. Gli Usa non vogliono sviluppare accordi diplomatici e in tutto questo i media occidentali continuano a distorcere la cronologia delle cause, inventando una realtà che serve ad affermare che sia Pyonyang a provocare l’Occidente. In un’intervista rilasciata a T. J. Coles e riproposta oggi da Telesur, il grande intellettuale australiano John Pilger fa un po’ di chiarezza sulla vicenda coreana.

Continua la lettura di “John Pilger: “La minaccia proviene dagli Stati Uniti che da due generazioni bullizza la Corea del Nord. Non il contrario””