Categoria: Internazionale

A Gaza c’è stato un massacro. Chiediamo a Mattarella di esprimere la condanna del popolo italiano

Il Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea condanna il massacro perpetrato ieri dall’esercito israeliano. “Non vi sono giustificazioni per la strage di cui si è reso responsabile ieri il governo israeliano”, si legge in una nota firmata da Marco Consolo.

“Solo un governo criminale può dare l’ordine ai cecchini di sparare su una manifestazione pacifica di 30.000 persone. Si tratta di un crimine rispetto al quale chi tace è complice. Definire “scontri” il tiro al bersaglio su una manifestazione disarmata non è accettabile.

Continua la lettura di “A Gaza c’è stato un massacro. Chiediamo a Mattarella di esprimere la condanna del popolo italiano”

Pablo Iglesias e Alberto Garzon: Unità per trasformare e vincere

Pubblichiamo la traduzione della dichiarazione congiunta di Pablo Iglesias, Segretario generale di Podemos e Alberto Garzón, Coordinadore federale di Izquierda Unida che rilanciano l’impegno comune nella lista-coalizione Unidos Podemos. Ricordiamo che Unidos Podemos è la sigla che raccoglie Izquierda Unida (di cui fa parte il partito comunista spagnolo) e Podemos nonchè tutte le formazioni unitarie a livello delle singole regioni. Lo scorso aprile alla fondazione del soggetto unitario Catalunya En Comu Alberto Garzon propose di estendere a livello nazionale il modello catalano di “confluenza” (una testa un voto).

Continua la lettura di “Pablo Iglesias e Alberto Garzon: Unità per trasformare e vincere”

Sostenere concretamente gli abitanti di Afrin e le lotte del popolo curdo

Stefano Galieni

Sarà difficile festeggiare il Newroz quest’anno, a pochi giorni dalla caduta di Afrin, nel nord della Siria, città a maggioranza curda oggi ormai occupata dall’esercito turco. L’ennesima strage senza fine e la lunga fila dei civili in fuga, senza cibo né riparo, senza cure né assistenza, nell’indifferenza pressoché generale delle grandi potenze complici. Una pagina nera nella storia dell’occidente è stata segnata.

Continua la lettura di “Sostenere concretamente gli abitanti di Afrin e le lotte del popolo curdo”

Capitalismo/Anticapitalismo. La lotta continua

di Massimo Modonesi*

Viviamo tempi di accelerazione e radicalizzazione del capitalismo e delle contraddizioni che gli sono peculiari. D’altra parte, a partire da tali contraddizioni non emergono meccanicamente soggetti e movimenti anticapitalisti di massa. Nonostante masse importanti di lavoratori e di altre classi subalterne stiano resistendo oggettivamente allo sfruttamento, all’esproprio ed alla depredazione, coloro che si oppongono coscientemente al capitalismo formano piccoli gruppi.

Continua la lettura di “Capitalismo/Anticapitalismo. La lotta continua”

Opporre lotta di classe e rivendicazione identitaria? Uguaglianza, identità e giustizia sociale

di Nancy Fraser

Il «riconoscimento » si è imposto come un concetto chiave della nostra epoca, nel momento in cui il capitalismo accelera i contatti tra le culture, infrange gli schemi di interpretazione e politicizza le identità. Gruppi mobilitati sotto il vessillo della nazione, dell’etnia, della “razza”, del genere, della sessualità lottano per “far riconoscere una differenza”.

Continua la lettura di “Opporre lotta di classe e rivendicazione identitaria? Uguaglianza, identità e giustizia sociale”

Usa, cresce il movimento contro l’uso delle armi

La rivolta degli insegnanti: “Non vogliamo armi, vogliamo più assistenti sociali e meno sessioni di test”.

Gli studenti che sono sopravvissuti agli spari della settimana scorsa in una scuola media della Florida non si stanno perdendo d’animo e hanno messo in campo una iniziativa il cui obiettivo è quello di indicare per nome e per cognome i politici che accettano denaro dalla National Rifle Association (NRA).

Continua la lettura di “Usa, cresce il movimento contro l’uso delle armi”

Perché i media che hanno dato lustro alla sceneggiata di Netanyahu non rispondono a questa semplice domanda?

Strano che tra i tanti media, che hanno dato lustro alla sceneggiata di Netanyahu, nessuno si sia chiesto se ora Israele abbatterà anche gli innumerevoli satelliti russi che, al pari di quelli di innumerevoli paesi, sorvegliano le aree di crisi. In realtà, quel presunto rottame di un “drone iraniano da ricognizione” (che ha la stessa credibilità della boccettina contenente armi di distrazioni di massa resa celebre da Colin Powell) serve solo a Netanyahu (travolto da un colossale scandalo), oltre che ha ricompattare verso la guerra una sempre più perplessa opinione pubblica, a ribadire la “spiegazione” dell’abbattimento, da parte della contraerea siriana, del cacciabombardiere F-16.

Continua la lettura di “Perché i media che hanno dato lustro alla sceneggiata di Netanyahu non rispondono a questa semplice domanda?”

Medio oriente, Gaza di nuovo nel baratro: Israele, taglio dei fondi Usa e divisioni nella leadership. Onu: “Crisi umanitaria”

di Fabrizio Salvatori

La situazione dei palestinesi che vivono nella Striscia di Gaza è ”catastrofica”. A dirlo è il coordinatore speciale delle Nazioni Unite per il processo di pace in Medio Oriente, Nickolay Mladenov, che ha riferito al Consiglio di sicurezza Onu su richiesta del Kuwait e della Bolivia in una riunione a porte chiuse.

Continua la lettura di “Medio oriente, Gaza di nuovo nel baratro: Israele, taglio dei fondi Usa e divisioni nella leadership. Onu: “Crisi umanitaria””