Categoria: Lavoro

Fondazione Di Vittorio-Cgil. L’occupazione è anche una questione di qualità

Jobs Act, più professioni dequalificate nel terziario povero.

Venerdì 8 dicembre Matteo Renzi ha inviato ai suoi affezionati una mail esilarante. La enews della settimana contiene un grafico – con tanto di simbolo del Pd – che rappresenta il tasso di occupazione in Italia. Sottotesto: da quando ci sono i governi del piddì l’«occupazione» cresce.

Continua la lettura di “Fondazione Di Vittorio-Cgil. L’occupazione è anche una questione di qualità”

La crescita è precaria: record del lavoro a termine

di Roberto Ciccarelli

Perché l’#occupazione cresce e la #disoccupazione è stabile? Perché si lavora di più e si viene pagati meno? Piccola guida ai paradossi della crescita senza occupazione fissa. Più del Jobs Act, hanno fatto le «riforme» Fornero e Poletti. La prima ha prolungato l’età pensionabile, la seconda ha moltiplicato il numero dei rinnovi dei contratti a termine. E la disoccupazione resta stabile.

Continua la lettura di “La crescita è precaria: record del lavoro a termine”

Almaviva Roma. Il Tribunale del lavoro dichiara illegittimo il licenziamento di 153 dipendenti

Erano illegittimi i licenziamenti decisi da Almaviva nei confronti dei dipendenti di Roma che lo scorso anno non avevano accetatto il taglio di retribuzione e Tfr. La decisione del giudice del Lavoro di Roma, che ha condannato la società a reintegrare 155 lavoratori e a corrispondere loro, a titolo di risarcimento danni una somma, comprensiva degli interessi, pari agli stipendi maturati dal giorno del licenziamento fino alla reintegra è stata naturalmente accolta con soddisfazione da parte dei lavoratori e dei sindacati.

Continua la lettura di “Almaviva Roma. Il Tribunale del lavoro dichiara illegittimo il licenziamento di 153 dipendenti”

Istat. L’occupazione cresce grazie ai precari

Dati Istat di settembre. Negli anni Novanta la prima generazione precaria poteva considerare il «tempo indeterminato» come uno dei possibili orizzonti. Ora non più. E i precarizzatori non sono mai stanchi

Modesto contributo alla decostruzione della litania «la crescita esiste e porta occupazione». Quando sentirete ripetere il ritornello che rimbalza stancamente tra la Bce di Francoforte e Palazzo Chigi a Roma potrete finalmente rispondere: crescono i contratti precari o a tempo determinato, la maggioranza dei quali di durata inferiore ai sei mesi.

Continua la lettura di “Istat. L’occupazione cresce grazie ai precari”

Niente di convincente all’ombra della cosiddetta industria 4.0

Intervento di Federico Giusti

Cinque persone assunte in pochi mesi, inizia cosi’ un articolo de Il sole 24 ore che esalta le ricadute positive di Industrai 4.0 sull’indotto industriale e a mo’ di esempio viene presa Rivalta, alle porte di Torino, un tempo sede di tante industrie meccaniche ed oggi vittima di delocalizzazioni che hanno cancellato posti di lavoro seminando miseria e rassegnazione. Poche industrie di nicchia, e con pochi addetti, possono sancire la ripresa occupazionale? A noi sembra di no.

Continua la lettura di “Niente di convincente all’ombra della cosiddetta industria 4.0”