Categoria: Antirazzismo

Il magistrato Antonio Esposito su Salvini

“questo tracotante ministro, capo della polizia, munito di poteri enormi, vada fermato”.

177 migranti – che fuggono dalla guerra, dalla fame e da abusi e violenze di ogni genere – si trovano, da oltre sette giorni, su una nave militare italiana, gestita da un comando italiano e approdata in un porto italiano. Il ministro per le infrastrutture ha dato l’ordine (superfluo) di poter attraccare nel porto di Catania ma i migranti non possono scendere a terra per ordine del potente xenofobo Ministro degli interni che vieta loro di scendere prima che l’Europa non li distribuisca ai Paesi membri.

Continua la lettura di “Il magistrato Antonio Esposito su Salvini”

Nave Diciotti, parte l’esposto presso la procura di Catania di tre avvocati

“Ministro come un Duce impone le sue scelte al di sopra di ogni regola”

“Come cittadini e come attivisti per i diritti fondamentali abbiamo inviato un esposto per sequestro di persona, o diverso reato che la Magistratura ravviserà, alla Procura della Repubblica di Catania”. Il caso è quello della nave della Guardia Costiera Diciotti, attraccata da tre giorni nel porto di Catania con a bordo 150 migranti a cui il Viminale ha impedito di sbarcare.

Continua la lettura di “Nave Diciotti, parte l’esposto presso la procura di Catania di tre avvocati”

Il governo della vergogna

Da sei giorni Salvini “sequestra” i migranti a bordo della Diciotti, nave della Marina militare. Sono allo stremo delle forze. Sopravvivono grazie all’equipaggio.

Guardando le immagini dei migranti che stanno vivendo da sei giorni in mare a  bordo della nave Diciotti, sono in 177, con tanti bambini, 28 dei quali, denuncia Save the Children, non sono accompagnati,  siamo presi da rabbia e sgomento.

Continua la lettura di “Il governo della vergogna”

Facebook rimuove la pagina dell’Osservatorio Democratico sulle nuove destre

“Pagina rimossa”. E’ questo il messaggio che questa mattina gli amministratori della pagina Facebook dell’Osservatorio Democratico sulle nuove destre hanno visto comparire sulla loro pagina.
Circa 21.000 fan, la pagina è ormai punto di riferimento dell’Antifascismo nazionale, indagini, denunce, inchieste sull’universo dei rigurgiti neri che nostro malgrado rendono la Lombardia e l’Italia stessa un laboratorio dell’estrema destra.

Continua la lettura di “Facebook rimuove la pagina dell’Osservatorio Democratico sulle nuove destre”

Razzismo, in Italia dodici aggressioni in cinquanta giorni

L’Unhcr, l’Alto commissariato Onu per i rifugiati, si è detto ieri preoccupato per «il crescente numero di attacchi» compiuti in Italia contro cittadini stranieri. Di seguito l’elenco delle aggressioni.

11 giugno, Caserta: due ragazzi maliani, ospiti di un centro Sprar, vengono avvicinati da una Fiat Panda, a bordo della quale viaggiavano tre giovani italiani i quali hanno sparato alcuni colpi con una pistola ad aria compressa, al grido “Salvini Salvini”.

Continua la lettura di “Razzismo, in Italia dodici aggressioni in cinquanta giorni”

Pubblicità reciproca sulla pelle dei migranti: Salvini e Repubblica, due facce della stessa medaglia

 

“Perché una nuova nave Acquarius arriverà presto. E a quel punto si pone una domanda: che fare?”

Subito dopo il noto caso della Ong francese, come AntiDiplomatico avevamo dedicato un approfondimento dal titolo “Acquarius, che fare ora?” raccogliendo una serie di interviste di esperti e amici del sito per orientarci meglio nella sfida epocale che stiamo vivendo. Vi invitiamo a leggere i vari contributi.

Continua la lettura di “Pubblicità reciproca sulla pelle dei migranti: Salvini e Repubblica, due facce della stessa medaglia”

Migranti. Oim: ecco le cifre dell’orrore

In 6 mesi 1443 annegati nel Mediterraneo e la rotta italiana è la più letale. Open Arms accusa libici e governo italiano di omicidio.

Un totale di 50.872 migranti e rifugiati sono giunti in Europa via mare dall’inizio del 2018 al 15 luglio scorso e 1.443 persone sono morte mentre tentavano di raggiungere le coste europee, ha indicato oggi l’Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim). La rotta del Mediterraneo centrale verso l’Italia resta la più letale, con 1.104 vittime registrate dall’inizio del 2018, quasi quattro volte il numero di annegamenti notificati sulla rotta per la Spagna (294), benché i numeri degli arrivi nei due Paesi siano quasi identici.

Continua la lettura di “Migranti. Oim: ecco le cifre dell’orrore”