Categoria: Politica interna

La crisi è anche l’aumento del divario tra i più ricchi e i più poveri. I dati, impietosi, dell’ASviS

In Italia la crisi economica ha accentuato le disuguaglianze di reddito. Si è ampliato il gap fra i più ricchi e i più poveri e fra le diverse regioni, con alcune particolarmente penalizzate. Per questo c’è un forte peggioramento del paese in relazione al decimo obiettivo dell’Agenda Onu 2030 per lo sviluppo sostenibile, che chiede di ridurre le disuguaglianze sia all’interno delle nazioni che fra le nazioni. In questo caso la fotografia dell’Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile (ASviS) è impietosa: “Cresce il divario di reddito tra la popolazione più ricca e quella più povera, nonché tra regioni”.

Continua la lettura di “La crisi è anche l’aumento del divario tra i più ricchi e i più poveri. I dati, impietosi, dell’ASviS”

Basta col teatrino, ecco la verità sull’unità a Sinistra

post del 28 settembre 2017 dal blog di Tomaso Montanari su Huffinghton post

Sul “Corriere della sera” di ieri Massimo D’Alema ha annunciato un’assemblea della Sinistra per il prossimo 19 novembre. Nella stessa intervista, l’ex presidente del Consiglio esorta Giuliano Pisapia a “prendere in mano il processo unitario” della Sinistra.

Continua la lettura di “Basta col teatrino, ecco la verità sull’unità a Sinistra”

DEF: “Scelte che alimentano solo disuguglianze e ingiustizie”.

Documento di Economia e Finanza (DEF), PRC: “Scelte che alimentano solo disuguglianze e ingiustizie”

Roberta Fantozzi, responsabile nazionale Politiche economiche di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea, dichiara:

“Il governo continua con la stessa politica che ha portato avanti in questi anni e che diversamente dalla propria storytelling ha raccolto risultati che aumentano le divergenze con il resto d’Europa.

Continua la lettura di “DEF: “Scelte che alimentano solo disuguglianze e ingiustizie”.”

Coordinamento per la Democrazia Costituzionale

No alla fiducia! No a questa legge elettorale!

Mettere la fiducia per costringere a il parlamento a votare la legge elettorale e’ un atto di eccezionale gravita’. Anzitutto vuol dire che la maggioranza parlamentare tanto decantata potrebbe non esserci e governo e maggioranza pensano di risolvere le difficolta’ con un atto di imposizione come è il voto di fiducia.

Continua la lettura di “Coordinamento per la Democrazia Costituzionale”

Emergenza casa, necessità di una svolta. Verso il 10 ottobre, giornata sfratti zero

Emergenza casa, necessità di una svolta. Verso il 10 ottobre, giornata sfratti zerodi Massimo Pasquini*

Il governo, le regioni e i comuni sono riusciti a far passare nella testa della gente che le poche case popolari sono il frutto della crisi e delle poche risorse disponibili e in questo modo si arriva a pensare che essendo poche meglio prima gli italiani e prima i romani.
Così come in questo modo diventa naturale che il nemico sia identificato in quello nelle tue condizioni o nel migrante.
L’adesione acritica da parte di una vasta fascia popolare ad un concetto che fa salve responsabilità di governo, regioni e comuni , rende facile l’inserimento e la strumentalizzazione da parte di organizzazioni fasciste.

Continua la lettura di “Emergenza casa, necessità di una svolta. Verso il 10 ottobre, giornata sfratti zero”

In Italia scoppia la guerra tra poveri per la casa. Si guardi l’esempio venezuelano

Attraverso la Gran Mision Vivienda Venezuela il governo bolivariano si appresta a consegnare l’alloggio popolare numero 1 milione 794 mila 046 dal 2011 ad oggi

di Fabrizio Verde

In Italia c’è un esercito di disperati le cui fila si ingrossano giorno dopo giorno. Si tratta dei senza casa. Sarebbero oltre 50 mila secondo quanto reso noto dall’Istat. Equamente distribuiti in tutte le principali città italiane.

Continua la lettura di “In Italia scoppia la guerra tra poveri per la casa. Si guardi l’esempio venezuelano”

Hanno distrutto i nostri valori. Futuro della sinistra. Insieme o contro il Pd?

di Tomaso Montanari

Antonio Padellaro scrive che se la sinistra non sarà rappresentata nel prossimo Parlamento, i responsabili faranno “bene a espatriare”. Sono d’accordo: è per questo che, il 18 giugno scorso, ho lanciato – al Teatro Brancaccio, con Anna Falcone e quasi duemila persone – un appello per “una sola lista a sinistra”.

Continua la lettura di “Hanno distrutto i nostri valori. Futuro della sinistra. Insieme o contro il Pd?”