Categoria: Lavoro

Grande distribuzione, ancora una sentenza sui giorni festivi a favore dei lavoratori

Appello dei sindacati confederali ad astenersi dal lavoro.

I sindacati confederali del Commercio invitano lavoratrici e lavoratori ad astenersi dal lavoro festivo nella giornata di Ferragosto. “Più volte le nostre organizzazioni – si legge in una nota delle tre sigle – hanno avanzato proposte di modifica al decreto Salva Italia, coinvolgendo le istituzioni e promuovendo iniziative, mobilitazioni e campagne di comunicazione in occasione delle festività, con l’obiettivo di porre un limite alle aperture incontrollate che in questi anni hanno stravolto il settore e la vita delle lavoratrici e dei lavoratori delle aziende del commercio”.

Continua la lettura di “Grande distribuzione, ancora una sentenza sui giorni festivi a favore dei lavoratori”

“Liberare la festa e la domenica è una conquista civile per tutti i cittadini europei”

Lega Consumatori aderisce all’Alleanza europea per la domenica (European Sunday Alliance). E invita le altre associazioni a prendere posizione a favore della “critica al consumismo e alla commercializzazione esasperata”.

“Liberare la festa e la domenica è una conquista civile per tutti i cittadini europei”. E anche le associazioni dei consumatori dovrebbero prendere posizione “per la liberazione della festa e delle domeniche dalle aperture dei negozi e dei centri commerciali”, come critica al consumismo e alla commercializzazione esasperata. Queste le motivazioni con cui la Lega Consumatori ha aderito all’Alleanza europea per la domenica (European Sunday Alliance), un network che riunisce diverse associazioni e organizzazioni in Europa.

Continua la lettura di ““Liberare la festa e la domenica è una conquista civile per tutti i cittadini europei””

La favola brutta della Fornero immutabile e dell’invasione

di Felice Roberto Pizzuti

Non è vero che non si può abbassare l’età pensionabile a 64 anni. Costa 9 e non 18 miliardi. Molti interventi ridurrebbero la precarietà delle nostre vite. E senza mettere in contrapposizione ex giovani e anziani o lavoratori stranieri con italiani. Dagli stranieri 5 miliardi annui di saldo attivo.

Il dibattito economico e politico riporta l’attenzione sulla previdenza, sui suoi bilanci e sulle connessioni con le tendenze demografiche e i flussi migratori.

Continua la lettura di “La favola brutta della Fornero immutabile e dell’invasione”

Decreto “Dignità”

di Roberta Fantozzi

«Del tutto insufficiente su contrasto a precarietà e licenziamenti, negativa l’abolizione dello split payment. Su delocalizzazioni si fa quello che proponiamo da anni».

Le misure sul lavoro contenute nel decreto “Dignità” non smantellano il Jobs Act. L’aumento del numero di mensilità che un lavoratore può ricevere come indennizzo per un licenziamento ingiusto è certamente migliorativo della situazione esistente, ma è assai diverso dal diritto ad essere reintegrato nel proprio posto di lavoro come prevedeva l’articolo 18.

Continua la lettura di “Decreto “Dignità””

Cgil, non ci lasceremo intimidire da nuovi attacchi neofascisti

Cgil: attacchi neofascisti a nostre sedi, non ci intimidiscono

“Le nostre sedi rappresentano un luogo di risposta individuale e collettiva ai bisogni di tutti i cittadini”

“Una nuova provocazione, un grave attacco nei confronti delle organizzazioni dei lavoratori, che si aggiunge ai precedenti che denunciamo da tempo e che danno il senso del clima minaccioso e intimidatorio che si respira nel nostro Paese”. Così in una nota la segreteria nazionale della Cgil, dopo che questa notte, davanti alle sedi del sindacato di diverse città d’Italia, sono stati affissi manifesti, volantini e striscioni con frasi e immagini a sfondo razzista, omofobo e fascista contro la Cgil e il suo segretario generale.

Continua la lettura di “Cgil, non ci lasceremo intimidire da nuovi attacchi neofascisti”

Lavoro, a rischio quasi duecentomila posti di lavoro

La Cgil ricorda a Conte il dossier fermo al Mise. I salari italiani sono i più bassi d’Europa e non crescono da quasi 30 anni. Per affrontare seriamente questo tema, però, “bisogna capire che per agire sui salari bisogna muoversi anche sulla qualità e sul modello di lavoro”.

Il governo Conte, dopo la nomina dei viceministri e dei sottosegretari, è ora pienamente operativo e dovrà vedersela con i 162 tavoli di crisi aperti al Ministero dello sviluppo economico, che mettono a rischio ben 180.000 posti di lavoro.

Continua la lettura di “Lavoro, a rischio quasi duecentomila posti di lavoro”

Tim, una situazione senza sbocco che i lavoratori stanno pagando pesantemente

L’avvio da parte di Tim della procedura di Cigs, cassa integrazione straordinaria, per riorganizzazione per 29.736 lavoratori è l’ulteriore atto di forzatura unilaterale messo in atto dall’azienda. Lo sostengono le segreterie nazionali di Slc Cgil, Fistel Cisl e Uilcom Uil.

Si tratta di una scelta sbagliata che, oltre a non aiutare a risolvere gli indubbi problemi che vi sono, alimenta un clima di lacerazione con i lavoratori, l’esatto opposto di quello che sarebbe utile per superare le difficoltà indotte da uno scenario difficile e complesso quale è quello in cui si trova a doversi misurare Tim.

Continua la lettura di “Tim, una situazione senza sbocco che i lavoratori stanno pagando pesantemente”