Coronavirus fa esplodere il modello Lombardia: dove è finito l’86% del Pil?

di Aldo Ferrara *

Perché non ha retto il SSN Lombardia? Seconda parte della analisi della situazione della sanità in Italia condotta da Aldo Ferrara, professore f.r. di Malattie Respiratorie nelle Università di Milano e Siena, componente della Agenzia Controllo e Qualità SSPPLL Roma Capitale. La prima parte si legge qui,

La domanda è: come mai la Lombardia faro dell’Eccellenza Medica e Clinica in Europa non ha retto ad una emergenza epidemica? Quali i motivi di default?

Continua la lettura di “Coronavirus fa esplodere il modello Lombardia: dove è finito l’86% del Pil?”

Dalla Coronavirus; l’anestesia terapeutica come soglia e anticamera…….

Riceviamo da un nostro elettore.

Nel 2017 i morti sul lavoro sono stati 1148; aumentati a 1218 nel 2018; per il 2019 la moltitudine degli istituti “specialisti“ di ricerca non hanno ancora trovato il tempo di pubblicare alcunché.  Fortunatamente negli eccidi sacrificati sull’altare del profitto non c’è un’anestesista. 

Continua la lettura di “Dalla Coronavirus; l’anestesia terapeutica come soglia e anticamera…….”

8 marzo: Giornata internazionale della donna

È passato più di un secolo dalla celebrazione della prima Giornata Internazionale della Donna.

I semi di questa ricorrenza erano già stati gettati a New York nel 1908, quando quindicimila operaie tessili avevano invaso le strade per chiedere giorni lavorativi più brevi, un salario migliore e il diritto di voto. L’anno seguente, il Partito Socialista americano dichiarò l’ultima domenica di febbraio la giornata dedicata alle manifestazioni in favore del suffragio femminile.

Continua la lettura di “8 marzo: Giornata internazionale della donna”

L’emergenza Coronavirus richiede il rafforzamento della Sanità Pubblica e non deve alimentare la speculazione Privata

Le recenti misure approvate dalla Giunta lombarda sulla collaborazione tra sanità pubblica e sanità privata hanno una serie di conseguenze molto gravi che dovrebbero subito essere chiarite e corrette.

In particolare, è prevista la possibilità per le strutture private di reclutare e cedere personale alle strutture pubbliche senza alcuna intermediazione della Regione. Il personale medico e infermieristico va invece assunto attraverso avvisi pubblici garantendo l’inquadramento contrattuale e non reclutato tramite cooperative o altre forme di esternalizzazione dei servizi che alimentano serbatoi di personale precario e sottopagato.

Continua la lettura di “L’emergenza Coronavirus richiede il rafforzamento della Sanità Pubblica e non deve alimentare la speculazione Privata”