Categoria: Politica interna

“Siamo utili?” Dopo il tonfo elettorale, 5 ore di interventi e discussione de “la Sinistra” in un Teatro a Roma

di Federico Rucco

La parola utilità è forse quella che più si è sentita nelle cinque ore di discussione dell’assemblea nazionale che La Sinistra ha tenuto a Roma sabato scorso. Declinata in positivo e in negativo (siamo utili! Siamo utili?).

Circa 250 persone hanno riempito il Teatro dei Servi (capienza 241 posti) per fare il punto sulla batosta elettorale (1,7%)  subita alle elezioni europee e capire se e come proseguire l’ennesima esperienza “congiunturale” nata alla vigilia di una scadenza elettorale. Moltissimi gli interventi e non sempre coincidenti.

Continua la lettura di ““Siamo utili?” Dopo il tonfo elettorale, 5 ore di interventi e discussione de “la Sinistra” in un Teatro a Roma”

Censura, censura e ancora censura

Via striscione “Nessun migrante ci ha rubato 49 mln”

Succede a Mantova ad una ragazza di Libera che aveva provato ad entrare nella piazza dove Salvini teneva un comizio.

Tutti molto solerti per evitare contestazioni a Salvini, dai vigili del fuoco che rimuovono gli striscioni, alla polizia che bussa alla porta delle persone intimando di ritirare i cartelli contro Capitan Nutella.

Continua la lettura di “Censura, censura e ancora censura”

100mila pensionati di Cgil, Cisl e Uil a piazza san Giovanni a Roma chiedono ascolto al governo. Altrimenti, mobilitazione fino allo sciopero generale

“Non siamo il vostro bancomat”. Lo slogan scelto dai pensionati scesi in piazza a Roma sintetizza le ragioni della protesta: no al blocco della rivalutazione degli assegni previdenziali e difesa dello stato sociale. “Si scrive conguaglio, si legge ‘vi abbiamo fregato i soldi’”, recita un altro cartello mostrato a piazza San Giovanni, storica sede di manifestazioni sindacali, preferita dopo circa 15 anni alla meno capiente piazza del Popolo. Secondo gli organizzatori, i presenti erano 100 mila, provenienti da tutta Italia, per dire che il nostro “non è un Paese per vecchi” e per farsi ascoltare dal governo. “Dateci retta” è il titolo della giornata: Spi, Fnp, Uilp chiedono al governo di ascoltare le richieste di pensionati e lavoratori e arrivano a invocare prima lo sciopero dei nonni e poi lo sciopero generale. Non piace la politica del governo e ancora meno il comportamento assunto difronte alla loro piattaforma: “Avari a chi”, replicano i pensionati al premier Giuseppe Conte, che aveva citato Moliere in una conferenza stampa.

Continua la lettura di “100mila pensionati di Cgil, Cisl e Uil a piazza san Giovanni a Roma chiedono ascolto al governo. Altrimenti, mobilitazione fino allo sciopero generale”

Europee, la grande truffa di Salvini: il Sud non voti per la Padania!

Europee, la grande truffa di Salvini: il Sud non voti per la Padania!EUROPEE – ACERBO-FORENZA (LA SINISTRA): «SUL SITO DEL MINISTERO LA GRANDE TRUFFA DI SALVINI: IL SUD NON VOTI PER LA PADANIA!»

«Invitiamo giornalisti e elettori a visitare il sito del Ministero degli Interni per dare uno sguardo alle dichiarazioni di trasparenza e degli statuti, che i partiti che partecipano a queste europee hanno depositato con il proprio contrassegno.
Continua la lettura di “Europee, la grande truffa di Salvini: il Sud non voti per la Padania!”

La scrittrice Michela Murgia risponde alle offese di Matteo Salvini con il gioco della “sinossi dei curriculum”

L’autrice di “Accabadora” ricorda quando era studente lavoratrice, poi insegnante precaria, operaia in una centrale termoelettrica e ancora cameriera d’albergo e infine operatrice di un call center prima di arrivare ai successi editoriali. “Lei invece, signor ministro?”

Michela Murgia risponde per le rime all’ennesimo tweet offensivo di Matteo Salvini che ha definito la scrittrice, autrice del bestseller “Accabadora” e vincitrice dei premi Campiello, Dessì e SuperMondello, una “intellettuale radical chic e snob”. Murgia replica al ministro dell’Interno con un lungo post su Facebook proponendogli un gioco, la “sinossi dei curriculum”.

Continua la lettura di “La scrittrice Michela Murgia risponde alle offese di Matteo Salvini con il gioco della “sinossi dei curriculum””

Un’Assemblea costituente per una democrazia costituzionale europea

Il Comitato esecutivo del Coordinamento per la Democrazia Costituzionale (CDC) ha ritenuto di dover offrire un contributo sui temi dell’Unione Europea (UE) in vista delle elezioni di maggio del Parlamento europeo. Al di là delle singole proposte – cittadinanza sociale, new deal ecc. ‒, alla base del documento ci sono due punti, tra loro strettamente connessi, meritevoli di approfondimento critico: la possibilità di riformare i Trattati e da qui la possibilità di avviare un processo di democratizzazione delle istituzioni dell’UE, per giungere a una vera democrazia parlamentare.

Continua la lettura di “Un’Assemblea costituente per una democrazia costituzionale europea”