Categoria: Politica interna

Caro Moccia, il femminicidio non è amore. tre metri sotto terra?

Non bastavano il disegno di legge Pillon, il Papa che paragona l’aborto all’assoldamento di un sicario, la squallida narrazione della vicenda Ronaldo, ennesimo imponente attacco alle donne e alla loro presa di parola di fronte a molestie e violenze.

No.

Il 10 ottobre 2018, ci si è messo anche lo scrittore dell’amore, l’uomo dei lucchetti a Ponte Milvio, quello dei “3 metri sopra il cielo”.

Continua la lettura di “Caro Moccia, il femminicidio non è amore. tre metri sotto terra?”

Una brutta manovra da non sottovalutare

di Alfonso Gianni – il manifesto

La cosa peggiore è giudicare questa manovra economica con la lente deformata e deformante dei vincoli esterni. Quelli posti da Bruxelles, seppure un poco flessibilizzati e quelli rappresentati dai mercati finanziari e dalle agenzie di rating sempre in auge, malgrado i disastri combinati nel corso della crisi.

Non per infischiarsene dell’aumento degli interessi da pagare, ma perché questa ottica ci distoglierebbe da quella che dovrebbe essere la preoccupazione principale, ovvero l’andamento dell’economia reale, dell’occupazione, dei livelli di vita.

Continua la lettura di “Una brutta manovra da non sottovalutare”

Con il decreto la Lega replica lo schema vincente

Decreto “sicurezza”. Diritto d’asilo e sistema di accoglienza pubblica sono i due obiettivi principali colpiti dal decreto . L’articolo 1 esclude chi non ha la protezione internazionale. Raccogliendo l’appello del Manifesto, contro chi semina odio, dobbiamo mobilitarci nei territori con le centinaia di esperienze positive di integrazione diffusa.

È indubbio che l’unico obiettivo del decreto legge sull’immigrazione, approvato dal consiglio dei ministri, è aumentare il consenso della Lega e la popolarità del suo leader. Continuando a usare sempre lo stesso schema, che indubbiamente funziona: per risolvere i problemi del Paese e degli italiani bisogna sottrarre diritti e libertà alle persone di origine straniera.

Continua la lettura di “Con il decreto la Lega replica lo schema vincente”

Decreto Salvini – Acerbo (Prc): «Salvini introduce nuove leggi razziali»

Decreto Salvini – Acerbo (Prc): «Salvini introduce nuove leggi razziali»«Quanto approvato oggi all’unanimità dal Consiglio dei Ministri – dichiara Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea – non è solo in gran parte incostituzionale ma rafforza l’impianto razzista e xenofobo di un governo che si è imposto con promesse sociali ma sa utilizzare solo il bastone verso nemici immaginari.

Continua la lettura di “Decreto Salvini – Acerbo (Prc): «Salvini introduce nuove leggi razziali»”

Gli Usa ampliano Camp Darby: più armi e mille alberi in meno

Gravi danni per il Parco di San Rossore. Con l’ok multipartisan degli enti locali italiani: regione Toscana (Pd), Livorno (5s) e Pisa (Lega) contribuiranno al mega progetto di allargamento della base militare statunitense.

di Manlio Dinucci  (il manifesto 21-09-2018)

I primi sono già stati tagliati, gli altri marchiati con la vernice: sono 937 gli alberi che verranno abbattuti nell’area naturale «protetta» del Parco regionale di San Rossore tra Pisa e Livorno.

Continua la lettura di “Gli Usa ampliano Camp Darby: più armi e mille alberi in meno”

Italia sempre più diseguale e ostile ai giovani

Ascensore sociale totalmente bloccato. Riflessioni su uno studio dell’OCSE.

Dati inquietanti, quelli emersi di recente da un  rapporto dell’Istat che ne riprende a sua volta uno dell’Ocse, dati che fanno il paio con quelli apparsi la settimana scorsa sull’Espresso, riguardanti un dossier prodotto da Tuttoscuola secondo cui la scuola italiana starebbe diventando un autentico deserto.

Per ogni allievo, per dire, lo Stato investe 7.000 euro l’anno, negli ultimi 23 anni sono stati persi più di 55 miliardi.

Continua la lettura di “Italia sempre più diseguale e ostile ai giovani”

Per una nuova stagione di lotta per la Costituzione

 

La Costituzione italiana, da molti anni al centro dell’attenzione demolitrice delle diverse maggioranze parlamentari e di governo, sempre uscite sconfitte dal tentativo di modificarne la struttura e gli strumenti posti a garanzia per i cittadini, è nuovamente oggetto di aggressione anche nel nuovo contesto politico costituitosi dopo le elezioni politiche del 4 marzo 2018.

Continua la lettura di “Per una nuova stagione di lotta per la Costituzione”