Categoria: Politica interna

Manovra, Camusso: “Tra due anni pane e acqua per tutti”

L’affondo del segretario della Cgil: “Manovra di destra e miope. Quota 100? Non interviene sulle situazioni più critiche”.

Susanna Camusso boccia in toto la legge di Bilancio approvata dalla maggioranza giallo-verde. “Lavoro e migliori condizioni per le persone sono di sinistra. Quindi è una manovra di destra. E con le clausole di salvaguardia sull’Iva inserite, tra due anni prevede pane e acqua per tutti, quindi è anche una manovra miope” sottolinea il segretario della Cgil, che si mobiliterà a gennaio con le altre sigle sindacali, in un’intervista al Fatto Quotidiano.

Continua la lettura di “Manovra, Camusso: “Tra due anni pane e acqua per tutti””

Il governo prenda le risorse da chi ce l’ha!

Il governo prenda le risorse da chi ce l’ha! Taglio del deficit non si scarichi su pensioni e reddito, nè sia coperto da altre privatizzazioni!

Taglio del deficit non si scarichi su pensioni e reddito, nè sia coperto da altre privatizzazioni!

di Roberta Fantozzi

Conte ha annunciato che il deficit scende dal 2,4 al 2,04%. Fanno circa 6,4 miliardi in meno.

Ha anche dichiarato che “Quota 100″ e il reddito restano come previsto e che le risorse saranno recuperate da nuove dismissioni cioè da altre privatizzazioni. Non è accettabile.

Continua la lettura di “Il governo prenda le risorse da chi ce l’ha!”

A.A.A. Comunicato stampa sul DDL Sicurezza delle Famiglie Accoglienti dei Ragazzi Rifugiati

“Dovrete espellere anche noi”

Come famiglie che hanno un ragazzo africano o asiatico con loro siamo indignate e offese dal fatto che il governo abbia posto la fiducia sul Decreto n. 113/2018, bugiardamente definito “Decreto sicurezza” quando in realtà aumenterà il numero di migranti in situazione irregolare e creerà maggiore insicurezza nelle nostre città.

Continua la lettura di “A.A.A. Comunicato stampa sul DDL Sicurezza delle Famiglie Accoglienti dei Ragazzi Rifugiati”

Dl Sicurezza, l’Anpi chiama alla mobilitazione e alla resistenza

“Con l’approvazione del decreto sicurezza si stravolge di fatto la Costituzione e l’Italia entra nell’incubo dell’apartheid giuridico.

È davvero incredibile che sia accaduto un fatto simile, che sia stato sferrato un colpo così pesante al diritto di asilo, all’accoglienza, all’integrazione. A un modello che ha portato ricchezza e convivenza civile a quelle comunità che hanno avuto la responsabilità e il coraggio di sperimentarlo”.

Continua la lettura di “Dl Sicurezza, l’Anpi chiama alla mobilitazione e alla resistenza”

Decreto Salvini, «è la legge più razzista degli ultimi quindici anni»

Imma D’Amico dello sprar di Caserta. «Aumenterà la sfruttamento lavorativo, tempo un paio di mesi e avremo una bomba sociale da gestire. Chi aveva il permesso umanitario aveva il tempo per cercare di regolarizzare la propria posizione, passare da un lavoro in nero al contratto. Adesso ricadrà quasi certamente in circuiti illegali», spiegano dall’Ex Canapificio.

Continua la lettura di “Decreto Salvini, «è la legge più razzista degli ultimi quindici anni»”

Più accoglienza = Più sicurezza

Signori Deputati,

siamo un gruppo di famiglie che accolgono giovani migranti, arrivati dopo viaggi drammatici quando erano ancora bambini.

Oggi è in discussione il Decreto legge n.113/2018 in materia di immigrazione e sicurezza e noi, in quanto famiglie, vogliamo esprimerci soltanto sull’art. 12, “Disposizioni in materia di accoglienza dei richiedenti asilo”, che colpisce gravemente lo Sprar, il Sistema di protezione dei rifugiati decentrato a cui numerosi comuni aderiscono.

Continua la lettura di “Più accoglienza = Più sicurezza”

Decreto sicurezza e immigrazione: a rischio anche i minori stranieri non accompagnati

Non se ne parla, ma il Decreto Sicurezza e Immigrazione mette a rischio anche i minori stranieri non accompagnati.

Gli effetti del decreto legge immigrazione e sicurezza (D.L.113/2018) sui minori.

Il decreto-legge immigrazione e sicurezza pubblica (D.L. 113/2018) approvato al Senato e calendarizzato alla Camera per il prossimo 26 novembre non coinvolge formalmente i minori migranti arrivati in Italia da soli, ma le sue previsioni, ed in particolare l’articolo 1 che di fatto cancella il permesso di soggiorno per motivi umanitari, hanno anche sui minori  un impatto estremamente rilevante e rischiano di annullare il percorso di inclusione faticosamente costruito insieme a tanti e tante di loro.

Continua la lettura di “Decreto sicurezza e immigrazione: a rischio anche i minori stranieri non accompagnati”